martedì 22 gennaio 2013

Il FT e i PIIGS esempi di masochismo italiano.

Un amico mi scrive per mail:
- Come è che nel tuo blog non hai ancora riportato l’articolo del Financial Times sulla situazione italiana?
La mia risposta è semplice:
- Sono coerente......
Sul blog cerco di mettere dati oggettivi o analisi economiche, anche di provenienza inglesi o USA o Tedesche. Quello del FT è il classico articolo per sputtanare gli Italiani e non lo sopporto, così come non sopportavo gli articoli sul Berlusca e più in generale sull'Italia. Tutti gli articoli senza dati, senza analisi oggettive sono lontani dal fare informazione.
Certo che l'articolo del Financial Times su Monti dovrebbe far riflettere quelli che dicevano che Berlusca era screditato e Monti ha fatto riguadagnare credito all'Italia all'estero.
I giornali esteri (soprattutto quelli finanziari) fanno i loro interessi prima di tutto. Siamo noi Italiani che dovremmo badare ai nostri e far fronte comune. 

Faccio un esempio dove non c'entra Monti o il Berlusca:
ricordate la parola PIIGS (maiali) coniata dagli americani.......... bene tutti i nostri giornali l'anno ripresa e così da anni noi ci autodefiniamo maiali.................. roba da masochisti deficienti.  Inglesi e Americani non ripeterebbero mai sui loro giornali un epiteto del genere. Loro sono un paese, una nazione, Labour and Tory o Repubblicani e Democratici e tutti i loro giornali hanno prima il concetto di INTERESSE NAZIONALE e poi le loro guerriciole interne. 
In questo modo la UE e le grandi banche USA e Tedesche ci stanno depredando da anni...... e noi cosa facciamo: continuiamo ad autodefinirci maiali!  Masochismo puro. Inutile e dannoso.
Per ricreare l'ambiente utile allo sviluppo è necessario anche che ci riappriopramo della nostra dignità. L'Italia è un grande paese. Torniamo a credere in noi!

2 commenti:

  1. Intanto si è' dimesso Mussari. Ecco lo sviluppo di Monti e del PD: della serie, salviamo banche e banchieri truffaldini e licenziamo i lavoratori. Brrrrrrrr che freddo.
    Giovanni.

    RispondiElimina
  2. Sono assolutamente d'accordo con lei. Ma è dai tempi della fine del medioevo, e specialmente nel rinascimento che la politica estera italiana è quella. Accettare supinamente imperiali (tedeschi), francesi, spagnoli e magari anche mercenari inglesi e svizzeri pur di far dispetto alla città vicina o alla fazione avversa della propria città.

    RispondiElimina